TECNOLOGIA
La "vicinanza" di Wind e il corto "Papà,"
Scritto il 2014-09-03 da Sara Adami su Gestori

Fonte: www.wind.it

"Più vicini" per dimostrare ai suoi clienti che "A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto".

Un modo nuovo per parlare di innovazione, una proposta inusuale per chi fa della comunicazione il suo lavoro, il leitmotiv principale delle proprie campagne. Wind vuole andare oltre le regole e riportare ogni cosa al suo posto proponendosi ai propri clienti in un modo alternativo. Perché le parole hanno un valore immenso, ma un incontro vale più di mille parole.

Fonte: www.windgroup.it

Schermata 2014-08-27 alle 15.51.20

Da tutto questo nasce “Papà,”, il cortometraggio diretto da Giuseppe Capotondi destinato al web che racconta la storia di un uomo che sfugge a un incontro, che cerca le parole più giuste, che trova la sua risposta. "Papà," nasce in rete perchè vuole intrattenere con una narrazione delicata ma profonda e perchè a volte, per comunicare davvero bisogna andare oltre i canonici trenta secondi.

Un messaggio chiaro: parla con chi ami, cercalo, raggiungilo ovunque. Abbandona i sistemi più moderni, la tecnologia non è tutto quando si parla di emozioni.

Non solo offerte, servizi e prodotti in vendita ma anche persone, sensazioni, vita vera: l'ad Maximo Ibarra spiega che il brand Wind vuole essere una scelta intelligente dimostrando il valore di ciò che propone, vuole fare un passo indietro e spingere i suoi clienti verso un dibattito costruttivo. La tecnologia può invadere, pervadere oppure completare, e Wind vuole che ci sia più attenzione verso gli affetti e i sentimenti.

Un messaggio diretto a chi esagera, a chi preferisce la verità degli occhi, a chi ama la semplicità di un valore coltivato come la vicinanza. Meno messaggi, meno e-mail da spedire, meno appuntamenti rimandati e più vicinanza.

Incontratevi, state l'uno di fronte all'altro, ascoltate "To build a home" (The Cinematic Orchestra) guardando questa poesia moderna e condividetela.


Sponsored by Wind

Articoli Correlati
Il nuovo Oppo Mirror 5 sarà distribuito nelle prossime settimane in 15 paesi selezionati. Per il momento lo smartphone non arriverà sul mercato italiano. Intanto di conoscere eventuali nuovi sviluppi cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche tecniche del nuovo telefono con sistema operativo ColorOS 2.1, una versione personalizzata di Android. Oppo Mirror 5: le caratteristiche tecniche Oppo Mirror 5 colpisce subito per il suo design. Oppo ha pensato di puntare su una forma innovativa che, sul retro, imita la forma dei diamanti grazie alla sagomatura personalizzata dei segmenti di vetro. La casa asiatica ha realizzato un prodotto di fascia media adatto al mercato asiatico. Lo smartphone presenta un display da 5" e monta un processore Quad-core da 1.2 Ghz di frequenza (Snapdragon 410). La RAM è di 2 GB con memoria interna da 16 GB espandibile. Come molti telefoni destinati al mercato asiatico Oppo Mirror 5 presenta la funzionalità Dual Sim. Oppo si è affidata ad Android ma ha realizzato un sistema operativo personalizzato ad hoc per i propri terminali: si tratta di ColorOS che è presente sullo smartphone nella versione 2.1. Fotocamera con video in timelapse Discorso a parte per le fotocamere e il comparto multimediale. I due sensori non sono particolarmente diversi tra loro: si tratta di un sensore frontale da 5 MP e una fotocamera principale, quella sul retro, da 8 MP. Tra le caratteristiche più apprezzate la possibilità di scattare con la doppia esposizione ma soprattutto la funzionalità di realizzazione video (e gif) in timelapse, funzione particolarmente apprezzata anche su altri terminali. Completa in tutto la batteria che assicura un'autonomia da 2420 mAh ma che non è rimovibile. Il telefono non presenta la possibilità di connessione LTE che Oppo dovrebbe implementare su un nuovo terminale, il Mirror 5s.

Mobile - Wappamondo

WAPPAMONDO
TECNOLOGIA


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018