TECNOLOGIA

Scrivetemi un Email

I miei ultimi articoli
Dopo il grandissimo successo ottenuto su piattaforma Apple – sono infatti 40 i milioni di download per iPhone -  il fortunato gioco Temple Run è finalmente disponibile anche per device mobili con sistema operativo Android by Google. Il gioco, una simpatica avventura tra le rovine dei templi in pieno stile Indiana Jones, è quindi ora disponibile per il download sul Play Store.  Il tutto rigorosamente gratis, perchè Imangi, il suo ideatore, “si nutre” degli acquisti in-app di circa upgrade e nuovi protagonisti. Temple Run è al momento disponibile per tutti i dispositivi che abbiano almeno OS Android 2.1 Eclair, ivi incluso Ice Cream Sandwich. Le funzioni di gioco sono abbastanza basiche: correre, saltare, scivolare, schivare è abbastanza facile ed intuitivo. Conquista, però, per il tempismo e i riflessi che mette alla prova oltre che per la velocità dell'azione. Temple Run è poi uno di quei giochi che non finiscono mai e, tra l'altro, hanno il pregio di non esseremai ripetitivi: il percorso si evolve in modo casuale così come la difficoltà progredirà man mano. Ed attenzione: avete una sola vita a disposizione! L'obiettivo durante la fuga sarà raccogliere il maggior numero di gettoni che serviranno a sbloccare i cosiddetti achievement, bonus o "poteri" da utilizzare nella fuga. Durante il gioco è però possibile ottenere gettoni extra acquistandoli a prezzi diversi a seconda del pacchetto: dai 2.500 gettoni a 79 centesimi ad un massimo di 200.000 gettoni a 15,99 euro. Tanti potenziamenti da poter sbloccare, dall'invisibilità all'accelerazione a tante funzioni misteriose da scoprire di volta in volta. Un gioco semplicissimo, intuitivo ed appassionante di gran successo. Da provare!

Applicazioni e giochi

Mark Zuckerberg ed il suo già titanico impero sociale non sembra minimamente voler rallentare, tanto meno prima del debutto dello stesso Facebook al Nasdaq di Wall Street. Fresca fresca è  infatti la notizia dell’acquisizione di Instagram, la popolare applicazione fotografica social che vanta ormai decine di milioni di utenti. Nata poco più di due anni fa a San Francisco, Instagram ha mietuto successi su successi, ed è oggi stata acquistata per ben 1 miliardo di dollari. Stando alle indiscrezioni, sembrerebbe però che non sia la prima volta che il miliardario più giovane al mondo si sia interessato ad Instagram, anzi ci sarebbe già stato un tentativo di acquisizione qualche mese fa non andato a buon fine per la volontà dei fondatori Kevin Systrom e Mike Kriege di non vendere ma curare ancora di più la crescita del loro fortunato enfant prodige del mondo delle applicazioni. “Proveremo a imparare dall'esperienza di Instagram per costruire funzioni simili in altri nostri prodotti”, è stato il commento dell’amministratore delegato, Mark Zuckerberg, nella sua pagina Facebook. La particolarità della fortunata storia di Instagram è sia la rapidità nel raggiungimento di un tale importanze, sia il fatto che fino ad oggi – è recente la release per Android che ha portato ad 1 milione di download nel primo giorno di vendita! - è stato solo disponibile per iPhone. Il tutto con appena 7 dipendenti. Molti utilizzatori di Instagram – tra cui chi scrive – non vedono di buon occhio la mossa di Facebook che potrebbe infatti snaturare l’ancor poco commerciale anima di Instragram. Altri più pessimisiti presagiscono anche la possibilità che Facebook addirittura chiuda il servizio come già fatto in passato da Mark “il conquistatore” con altri servizi acquisiti.

Applicazioni e giochi

E’ appena nata Sky Go, la nuova applicazione della più grande pay-tv italiana Sky, per vedere in contemporanea con quanto avviene in TV una vasta selezione di programmi anche su dispositivi mobili, quali smartphone e tablet. Dapprima proposta come gratuita fino a fine febbraio 2012 e poi a pagamento (7€ al mese era il corrispettivo paventato), Sky Go è ora completamente gratis per tutti i clienti satellitari residenziali Sky con servizio HD attivo. Per coloro che invece non sono iscritti al servizio HD, saranno comunque disponibili i canali di informazione Sky TG24 e Sky TG24 Event. Sono disponibili al momento i seguenti programmi e canali: Sky Calcio da 1 a 10 e Sky SuperCalcio; UEFA Champions League, Tennis, Rugby, Golf, Ciclismo e non solo sui canali Sky Sport 1, Sky Sport 2, Sky Sport 3, Sky Sport Extra, Sky Sport 24 ed Eurosport; Sky Tg24 e Sky Tg24 Eventi; Sky Uno; Disney Channel e Disney Junior; History Channel e National Geographic Channel. Per chi fosse interessato ai consumi su 3G, cioè in navigazione mobile, molto dipende dal grado di copertura e quindi varia da caso a caso. Mediamente comunque, in caso di streaming fluido il consumo orario è di circa 300-500 MB per i tablet ed i 160-300 MB per iPhone, mentre il consumo massimo si aggira sui 300 MB per iPhone, 900 MB per i tablet e gli 1.2 GB per i PC. L’applicazione è per ora disponibile per iPhone (3Gs, 4 e 4S), iPad (1 e 2), Samsung Galaxy Tab, sia 10.1’’ che 8.9 ‘’,PC (con sistema operativi Windows Xp, Vista, WIN 7, ed ovviamente MAC (10.6 e 10.7). Per quanto riguarda il mondo Apple, è possibile scaricare l’applicazione su iTunes, invece per quanto riguarda il mondo Android potete andare su Google Play.

Applicazioni e giochi

Siete delle Fashion Victims sempre attenti alle tendenze del momento senza però mai dimenticare il passato, la Storia della Moda? Se la risposta è no, siete OUT in tutti i sensi, se è sì, FASHIONUP vi aspetta sull’APP Store di Apple. Scherzi a parte, la nuova applicazione digitale nata dalla collaborazione tra Enciclopedia della Moda e Dalai Editore,  è una interessante ed autorevole raccolta di contenuti, un vero e proprio viaggio nelle maison e nei luoghi dei marchi che hanno fatto, nel senso di costruito, l’intrigante e sempre mutevole mondo della Moda con la M maiuscola. Una volta lanciata, FASHIONUP offre 5 sezioni da esplorare, da Brand & Stilisti (sulle vicende appunto delle più importanti Case e dei loro creativi leader artistici) a Media (con dettagli sul mondo di tutti i mezzi di informazione dedicata); troviamo anche una sezione “People”, con i profili di scenografi, vetrinisti, disegnatori, hair & makeup artists, i fotografi, imprenditori, le modelle e gli stylists; a questa poi si aggiunge “La moda nella storia” (un un ricco excursus su Definizioni, Materiali & Tessuti, ed i Trend) e per finire “I luoghi della moda”, una lente di ingrandimento per saperne di più su agenzie di moda, associazioni, istituzioni ed enti, eventi premi e fiere, scuole, etc etc con tutti i contatti. L’applicazione per iPad è scaricabile nell’App Store al costo di 2,99 € mentre a breve sarà pubblicata anche una versione Lite GRATIS per iPhone.  

Applicazioni e giochi

Più l’iPhone invecchia, in termini di vita di mercato s’intende, non certo di antiquatezza, più l’offerta di gadget e case ad esso collegati sembra crescere più che porporzionalmente. E’ il caso iCA case dell’azienda giapponese Gizmon, una chiamiamola custodia che applicata semplicemnte al vostro inseparabile iPhone è in gradi di trasformarlo in una vera e propria macchinetta fotografica. Proveremo a descriverlo a parole, ma date uno sguardo all’immagine che metteremo a correlare il post per non avere altri dubbi in merito. Gizmon iCA Case, è dunuqe null’altro che una custodia in policarbonato pensata per fare del vostro melafonino una macchina per fare foto dal gusto retrò: troviamo infatti un mirino ottico (ovviamente non funzionante), stile Leica a pellicola, e sopratutto un “vero” pulsante per scattare le vostre istantanee. Se ciò ancora non vi bastasse, Gizmon iCA Case, si accompagna poi ad una serie di ulteriori accessori molto simpatici, come il flash esterno, l’attacco per il treppiedi, il telecomando di scatto, gli adattatori per obiettivi di marca e piccoli componenti ottici aggiuntivi ottici per scattare immagini con tele o grandangolari; senza dimenticare il fish-eye. Gizmon iPhone iCA Case, e tutto il suo ambaradam di optionals, è disponibile in varie colorazioni e può essere acquistato su internet sul sito Four Corner Store al prezzo di 65 dollari.

Applicazioni e giochi


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2021 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018