La storia di Poppy: nata morta perché intossicata dal corpo della madre

Una storia dolorosa quella di Gabriella Morley e Matthew Dalton che hanno perso il loro bambino a causa di una malattia chiamata colestasi intraepatica della gravidanza, in cui la madre inconsapevolmente intossica il feto

Gabriella Morley e Matthew Dalton sono stati prima amici per 10 anni, poi, nel 2016 sono diventati una coppia a tutti gli effetti e subito dopo hanno scoperto, con immensa gioia, di aspettare un figlio. Purtroppo un malattia chiamata colestasi intraepatica gravidica ha impedito loro di diventare genitori. La malattia intossica il feto che, seppur crescendo nell’utero si avvelena fino alla morte. Cosa accaduta anche alla piccola Poppy, morta a causa di un arresto cardiaco prima di venire alla luce.

gabriella durante la gravidanza

 

gabriella e mettehw aspettano poppy

La coraggiosa decisione

Gabriella in cuor suo, aveva capito che qualcosa non andava, il prurito alla pancia, uno dei sintomi più frequenti della malattia e il non sentire più la piccola muoversi nel ventre sono stati i campanelli d’allarme.

una ecografia di poppy

 

La madre di Poppy, arrivata in ospedale dopo la rottura delle acque, non ha potuto fare altro che constatare insieme ai medici che il battito della piccola non fosse più presente. Poppy, dunque, sarebbe nata morta. Un dolore indescrivibile che Gabriella ricorda con enorme tristezza: gli attimi in cui ha compreso che non avrebbe mai abbracciato sua figlia viva per lei sono stati terribili.

 

foto della piccola poppy

A quel punto Gabriella e Matthew prendono una decisione: festeggiare comunque la nascita della loro piccola, passare un po’ di tempo con lei, fare foto con lei e fare in modo che più genitori possibile conoscessero la loro storia a scopo di prevenzione.

poppy e il papà

 

ultimi momenti insieme

Hanno così lavato, vestito e coccolato la piccola, fotografando la sua testimonianza, facendola diventare il simbolo della prevenzione di una malattia poco conosciuta e tremenda e assai comune.

poppi e gabriella

 

la piccola poppy

 

i pochi momenti con poppy

 

gli ultimi momenti con poppy

Colestasi intraepatica gravidica detta anche ICP: quali sono i sintomi?

La coleistasi gravidica è una malattia del fegato che insorge in gravidanza e può provocare seri danni al nascituro.

Il primo sintomo della malattia è il prurito sui palmi delle mani e dei piedi e un po’ in tutto il corpo, pancia compresa. Il prurito alla pancia è un fenomeno molto comune in gravidanza, ma in alcuni casi è anche il primo campanello d’allarme della malattia. Ma ciò che più è importante è il controllo della condizione del fegato e dei sali biliari.

ultimi momenti con poppy

Se non trattata, questa condizione del fegato può provocare varie complicanze, anche gravi, come parto prematuro, morte fetale o complicanze tali da ricovero post parto in terapia intensiva neo natale. Le donne a rischio devono essere correttamente monitorate, quelle che l’hanno avuta devono rimanere in cura anche qualche mese dopo il parto. Di per sé non è una malattia grave, è la mancata diagnosi che porta a casi come quello di Poppy. È dunque importante segnalare tempestivamente i sintomi per poter effettuare analisi e accertamenti.

poppy conosce i parenti

 

la tomba di poppy

I sintomi principali, oltre il prurito sono degli arti sono: difficoltà a prendere sonno, stanchezza, inappetenza, nausea anche oltre le prime fasi della gravidanza, e sopratutto l’ittero, ovvero l’ingiallimento del bianco dell’occhio e della pelle, primo sintomo che qualcosa nel fegato non va.

 

Immagini: Mercury Press and Media Ltd