Vivo X5 Pro: selfie da 32 megapixel

Dall'Asia arriva un nuovo smartphone: si tratta del Vivo X5 Pro che è stato annunciato nei giorni scorsi. Il telefono è Dual Sim e presenta buona caratteristiche tecniche sia nel…

Dall’Asia arriva un nuovo smartphone: si tratta del Vivo X5 Pro che è stato annunciato nei giorni scorsi. Il telefono è Dual Sim e presenta buona caratteristiche tecniche sia nel comparto hardware che software. Interessante soprattutto la funzionalità di riconoscimento dell’iride e la possibilità di scattare selfie fino a 32 MP.

Le caratteristiche tecniche

Il nuovo Vivo X5 Pro è stato studiato nel dettaglio dal punto di vista del design. Il telefono contiene un display da 5.2″ Full HD racchiuso in una scocca monoblocco con profilo laterale in alluminio e vetro leggermente curvo sui lati. Le linee sono eleganti e soprattutto sottili con 6.4 mm di spessore.

Dal punto di vista hardware il telefono è gestito da un processore Octacore con architettura a 64 bit. La scelta è ricaduta sul Qualcomm Snapdragon 615 con 2 GB di Ram. La memoria interna è di 16 GB. Il sistema operativo scelto è ancora una volta Android nella sua versione Lollipop 5.0. Vivo X5 Pro utilizzerà un’interfaccia proprietaria denominata Funtuch nella versione 2.1. La batteria è da 2300 mAh.

 

Le fotocamere

Da notare il comparto fotocamere che propone una fotocamera principale da 13 MP e una fotocamera anteriore da 8 MP. Su questa si sono concentrate le attenzioni degli sviluppatori che hanno introdotto il lettore per l’iride che aumenta la sicurezza soprattutto nei confronti dei dati sensibili

Sempre nel sensore anteriore è stato fattimo un ottimo lavoro in termini di risoluzione con la possibilità di ottenere selfie ancora più definiti (fino a 32 MP grazie all’interpolazione).

Il prezzo

Lo smartphone sarà venduto, in Asia, ad un prezzo di 2698 yuan che equivalgono a circa 390 euro. Al momento non si conosce con certezza la data di uscita e oltretutto non si sa nemmeno se la casa produttrice deciderà di esportare il suo prodotto anche in Europa. Per avere ulteriori notizie bisognerà attende i prossimi mesi quando il telefono avrà cominciato la sua distribuzione nel paese d’origine.